8 PICCOLI MODI PER ESSERE MENO STRESSATI

DSC_0128

Ad essere sincera per essere felice o per lo meno per non odiare intere giornate, come quelle che sto vivendo al momento, a me basta vedere Dream nel fine settimane o sentire anche solo Alessio al telefono. Grazie a loro capisco perché insisto nel fra certe cose, come per esempio cercare una laurea che sembra proprio non arrivare mai più.

Tralasciando questo streaming of consciousness come prologo, questi di seguito sono i miei 8 modi per non perdere le staffe.

  1. RIPOSO.  Vado a dormire quando sono stanca. Anche se ho mille cose ancora da fare o da finire, semplicemente ad una certa, dopo tutta la giornata che ho avuto davanti, mi dico BASTA. Chiudo tutto, mi lavo, mi metto il pigiama e quello che è stato di quel giorno non ci penso più.
  2. FARE CONTENTO ANCHE CHI HO ACCANTO. Anche se non ho tempo neanche per fare la pipì, cerco sempre di sforzarmi per accontentare nelle piccole cose le persone a cui voglio bene: aiuto mamma a sistemare casa, vengo incontro anche agli impegni di Alessio e cose così. Vedere loro che mi ringraziano e che sono sinceramente grati che io li abbia aiutati mi risolleva il morale e mi aiuta a pensare che non importa quanto ancora la mia strada sarà lunga purché possa esserci anche qualche sosta per questI piccoli momenti speciali.
  3. ESSERE SEMPRE IL PROPRIO BOSS. C’era tempo fa una frase che mi ripetevo sempre quando qualcuno mi accusava di essere troppo maniaca dell’organizzazione: I’m not bossy, I’m just the boss. Forse il mio è un po’ un problema cronico che mi causa anche molta ansia ma in realtà rimanere organizzati e motivati credo possa considerarsi una specie un dono. Personalmente sono tanto brava ad organizzarmi come pessima a motivarmi ma con il tempo sono migliorata e per lo meno ora, quando riesco in qualcosa mi concedo almeno un riposino.
  4. BLESS, ALWAYS. Spesso capita che io abbia problemi a non dormire; un tempo contavo le pecore ora invece cerco di concentrami in quei momenti vissuti in cui sono stata felice. Per esempio, due notti fa non riuscivo a dormire ma dopo aver ripensato ai giorni passati con Dream da sola e ai nostri bagni estivi, prima che Ale ritornasse da Siena, mi sono rilassata e infine addormentata.
  5. SVEGLIA. Anche se ho sempre avuto problemi nel dormire, non ho mai avuto problemi nell’alzarmi al mattino eccetto il primo giorno di ciclo. Ultimamente però ho notato che mettendo la sveglia non troppo presto ma cercando una via di mezzo tra i miei impegni e la mia necessità di riposo, mi sveglio più rilassata e motivata di iniziare la giornata. Credo quindi sia importante scegliere la giusta ora per alzarci ma soprattutto credo sia fondamentale non rimandare: una volta trovata l’ora giusta, a quell’ora ci si deve alzare.
  6. SOCIAL DETOX. Studio tutto il giorno con il computer, ho un blog che tengo a coltivare per personale interesse e il mio cellulare vibra molto molto spesso. Tutta la mia giornata è basata su social, programmi di notes, enciclopedie online, iscrizione ad esami, aggiornamenti vari e foto postate; in più si aggiungono le chiamate e i messaggi. C’è stato un periodo che ero diventata assai suscettibile poi mi sono data una regolata: dalle 14.00-15.00 di ogni giorno, non uso nessun mezzo di comunicazione o tutto ciò che sia elettronico. Per il fine settimana invece mi concedo Instagram o il blog giusto perché alla fine mi piace ma cerco in ogni modo di stare fuori, all’aria aperta e sono severamente vietati i libri.
  7. RIMANERE SOLA. In realtà isolarmi é sempre stata una necessità per me e ne ho sempre gioito dei risultati. Un’ora da sola per le strade, in giro per negozi o a correre aiuta a staccare dal mondo e dai nostri problemi.
  8. PIANGERE. È certamente vero che irrompere in un fiume di lacrime non ha mai risolto niente ma spesso quando la situazione è critica e le cose sembrano non risolversi piangere aiuta. Giusto un momento che può durare una gocciolina data dal nervoso e dalla stanchezza o proprio una valle di lacrime di ben 10 minuti netti. Piangere é importante secondo me e ancora più importante lo é smettere: non si ha tempo per continuare all’infinto, dobbiamo risolvere la faccenda prima che sia decisamente troppo tardi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...