IDEE PER SENTIRSI IN VACANZA A CASA

IMG_9982

A tutti piacerebbe godersi l’intera estate fuori al mare o magari in aperta campagna con una bella piscina a nostra disposizione o ancora al fresco in montagna, ma spesso l’estate non è esattamente sinonimo di #summervibes all’Instagram maniera, e ognuno di noi – eccetto qualche fuga nel fine settimana – ha i suoi impegni universitari o lavorativi. Ecco allora che inizia la sindrome dell’instagrammer incallito, categoria di cui io faccio già ampiamente parte da anni ormai, che si ritrova a scorrere la bacheca dei propri contatti sognando quei momenti impressi nelle foto degli altri e chiedendosi perché tu qui e loro li. Dopo un cospicuo tempo perso sognando ad occhi aperti una villa negli Hamptons e il vestito che avrei potuto indossare alla partita di polo del fine settimana, sono tornata in me e guardandomi intorno ho deciso fosse il caso di far qualcosa. C’é un detto che recita: se non è Maometto che va dalla montagna, è la montagna che va da Maometto.

Detto fatto:

  • FIORI : riempire la casa di fiori, non importa come e non importa dove ma semplicemente falla diventare una serra. I fiori danno un senso freschezza e aiutano a dare un senso di gratitudine per chi entra in quella stanza. Cercate di dare un senso al fiore che si è scelto, coordinandolo con l’atmosfera che si vuole creare, la sensazione o il messaggio.  I fiori estivi per eccellenza sono le rose rosa o bianche, le poesie, il gladiolo o anche amaryllis belladonna.
  • RINNOVA QUALCOSA: a me personalmente fa sentire bene cambiare il letto con colori chiari. Un bel lenzuolo fresco, gli asciugamani che sanno di lavanda, un sapone all’odore di Marsiglia, una pianta di menta in balcone ect..
  • DECORARE IL TERRAZZO IN MODO TATTICO: nessuno pretende che trasformiate il vostro terrazzo in un open living dove trasferirvi nei mesi estivi ma spesso, se avete la possibilità di mettere un tendone per ripararvi da vicini curiosi, basta un tavolino, una pianta e una sedia per farvi lavorare in maniera diversa godendovi allo stesso tempo il cantare delle cicale
  • CAMBIARE UN PO’ LA ROUTINE: cambiare il genere di colazione o posticipare anche solo di 15 minuti la sveglia vi farà sentire in vacanza anche se la realtà dei fatti è che la scrivania vi aspetta in ogni caso. O svegliarsi addirittura prima per andare a fare una corsetta mattutina per liberare le cattive tossine dettate più dalla bile per le vacanze altrui che dalla cattiva alimentazione. Non importa cosa decidiate di cambiare ma spesso, cambiando qualcosa si cambia anche noi.
  • BERE BEVANDE FRESCHE: Bere non fa solo bene alla salute ma d’estate una buona bevanda fresca con degli stuzzichini fa subito aperitivo o merenda. Allora è semplice: acqua, spremuta, chinotto, coca cola con ghiaccio, cannuccia e noccioline. Nel caso di studenti, è sempre possibile condividere le pene degli esami insieme: mal comune, mezzo gaudio!

CARA MAMMA,

IMG_8650

Cara mamma,

ormai alla soglia dei venticinque anni mi sembra di aver bisogno di te più di chiunque altro eppure mi ritrovo ogni giorno sommersa da mille cose da fare senza trovare né il tempo, né l’occasione per farti capire cosa significhi per me averti accanto. Come ogni mattina, quest’oggi, ti sei svegliata e senza aspettarti niente hai dato il solito buongiorno a tutti. Ti sei sistemata e poi ti sei messa a fare le tue faccende. Noi, i figli che abitano ancora in casa e ai quali tu lavi, stiri e sistemi ancor le vite, ti hanno fatto i classici auguri rintanandosi poi dietro le loro agende colme di orari e scadenze come nel mio caso: esami, lavori estivi e tirocinio. Il pensierino a fine serata è arrivato anche per te, sebbene – ammettiamolo pure –  fosse arrangiato all’ultimo e forse non proprio di tuo gradimento. Il tuo sorriso però era impeccabile: sincero, di buon cuore e generoso esattamente come sei stata in questi venticinque anni con me che ancora mi sento solo una bambina ingenua a cui piace giocare a fare la grande. Sono organizzata, ordinata, mi pianifico e cerco sempre di essere puntuale, pulita, corretta eppure non mi sento ancora abbastanza perché la verità è che essere come te è praticamente impossibile. Ti sei sposata da giovane mentre io sono ancora in casa, hai avuto figli mentre io son qui che mi sto chiedendo se l’accettare di fare i campi scuola quest’estate sia stato un errore o meno, hai supportato babbo in innumerevoli situazioni mentre io spesso e volentieri non  riesco neanche a supportare me stessa, figuriamoci qualcun altro… Un possibile paragone suonerebbe ridicolo e imbarazzante (per me) eppure nel mio piccolo mi auguro che un giorno qualcosa in me si accenda, che almeno un briciolo di te si rispecchi in me, anche solo un difetto per poi sentirmi dire, un giorno, dai miei figli con aria imbronciata : << mamma, sei proprio come la nonna!>> E io invece che sorriderò sotto i baffi perché forse non so ancora cosa voglio fare “da grande” ma sono più che cerca di sapere quale genere di persona voglio essere: voglio essere te!

HAPPY MOTHER’S DAY ! 

№ 3 OUTFIT: DICEVANO CHE SAREBBE ARRIVATA LA PRIMAVERA

IMG_6557IMG_6558IMG_6559

Marzo è arrivato ma la primavera non tanto anzi sembra proprio che l’inverno sia appena arrivato. In questi giorni non ha fatto altro che piovere e sebbene le temperature non fossero poi cosi basse, il freddo non si è comunque fatto mancare. La mia alternativa, totalmente anti fashion è stata quella di indossare due tipi di copri spalla, rigorosamente K WAY : sotto il classico piumino e sopra il trench! La soluzione mi renderà anche goffa quanto un pupazzo di neve ma la comodità e il calore che si ottiene dalla combinazione, valgono la scelta; in più i Kway sono già noti per essere dei copri spalla versatili e comodi con molte tasche, indossandone addirittura due hai un mondo da esplorare.

N.5 #ISPIRATION STYLE

Spring is here

 

Le temperature sembrano alzarsi anche se la pioggia incombe su di noi quasi quotidianamente. È tempo comunque di pensare positivo e di guardare verso la primavera… La regola è sempre la stessa: less is more quindi pochi capi ma buoni!

N.4 #INSPIRATION STYLE

rainy day
Non fa altro che piovere, praticamente un po’ in tutta Italia eccetto dove nevica …
Allora cantiamo, giochiamo con le pozzanghere e bagniamoci completamente ma con stile!

N.3 #INSPIRATION STYLE 

baby, it's cold out side

 

Sembra che l’inverno sia arrivato solo ora e mentre noi tutti speravamo di ritrovarci finalmente in giacchetta di jeans e camicette, ci tocca indossare i doppi calzini, sciarponi, guanti e simulare una perfetta silhouette mentre si indossano una cinquantina di maglie sotto il maglioncino appena comprato da zara: trendy ma leggero.
Non so voi ma io sono una persona molto freddolosa e a discapito di mode o stagioni mi cospargo di burro cacao ( spesso anche nelle guance), indosso tre paia di calzini con UGG, porto cappellini di lana anche in ambienti chiusi, giaccheti sotto cappotti perché il punto è : se puoi indossarli insieme perché non farlo? E allora eccomi qua, una specie di fagotto che cammina con movimenti goffi e imbarazzanti.
Se vedete in giro una specie di nanetto omino Michelin beige, salutatelo perché sicuramente starete salutando me !

NOTA & ANNOTA

071fd30a88d28fc8b4467c2a768c94e7

Anche febbraio è ormai alle porte anche se l’inverno sembra essere appena arrivato, tanto che tra i miei momenti di break navigo alla ricerca di una nuova pile della Patagonia. Non ho mai adorato tanto un capo d’abbigliamento come questa pile e dico sul serio. L’ho indossata con sotto solo una leggera maglia termica e mi ha letteralmente salvato dal freddo della neve a inizio mese durante una gara di Alessio e continua a farlo praticamente quasi ogni giorno quando in casa devo studiare e, stando ferma, mi prende freddo. Studiare è praticamente quello che ha fatto fino a fine mese senza tregua e senza sosta ma Febbraio è comunque il mese dell’amore e per festeggiare, io e Ale siamo andati al greco. È il nostro ristorante preferito e ce lo riserviamo per quelle che secondo noi sono le grandi occasioni: San Valentino è una di quelle. Il ristorante ha una location molto caratteristica ed è in pieno centro storico a Pisa; lo consiglio vivamente a chiunque voglia apprezzare per la prima volta la cucina greca o per chi, conoscendola, voglia anche fuori dalla Grecia assaporare gli stessi sapori. Quando esco generalmente non mi piace sentirmi over dressed, specialmente con Alessio mi piace sentirmi sicura e disinvolta senza preoccuparmi troppo di come cammino sui tacchi, del mio trucco e del resto, per questo ho puntato su capi essenziali: mocassini e maglione caldo con delle semplici campanelle come orecchini. I maglioni Ralph Lauren sono tra i capi più caldi e morbidi ma essendo di lana dopo qualche lavaggio tendono a infittirsi o a creare i tipici pallini da lana; nessun problema, ecco risulto tutto con il togli pelucchi dei nostri sogni: George. Febbraio poi è velocemente scivolato via con l’inizio dei corsi universitari e il gelo: le previsioni sembrano augurare il peggio anche se teoricamente la primavera dovrebbe esser già iniziata. In questi giorni infatti sono uscita per adoperarmi un po’ e ho preso la crema idratante contro il freddo dell’Occitane che ormai uso da qualche mattina prima di uscire di casa e la BB cream della Kiehls che riesce a coprire le mie imperfezioni senza dover usare per forza un fondotinta ma soprattutto senza che io mi debba sentire come incerata. Per questo mese purtroppo non ho molta da raccontare ma confido nel prossimo mese con qualche contenuto in più e si spera, qualche buona notizia.

A presto! 

 

P.s : gli account instagram di questo mese sono stata letteralmente ossessionata sono: Amy Stone , Ali Leigh Schilling e jooleeloren !